Chi Siamo

Ci siamo. Apre il primo ” Ristorante della Parola“. Sarà  unico nel suo genere. Cambiano i tempi e mutano anche i desideri e i gusti. Il ristorante della Parola si adegua e rilancia, usando però le stesse tecniche della ristorazione.
A tavola si sa, tutto viene ridimensionato. I toni sono più pacati e le discussioni si affrontano con serenità.
Invitiamo a pranzo i poeti, gli scrittori, gli artisti della musica del teatro, del cinema e della TV. Useremo anche il delivery. Portando a casa libri e poesia. Per ogni evenienza e circostanza.
Sarà un po’ magazine e un po’ blog. Le percentuali dell’uno o dell’altro non le so ma sono certo però che daremo spazio all’umanità in tutte le sue forme.
Le riviste, blog e magazine non si sono fermati nel tempo del coronavirus. Anzi hanno avuto incremento. Il mondo culturale è vivace. Fatto di passione e vita che se da un lato vuole uscire da una certa emarginazione,  dall’altra vuole trovare nuovi mezzi per affrontare le novità tecnologiche del mercato. Il magazine è una cerniera tra la società e la gente comune. Ma nello stesso tempo  può funzionare anche come un laboratorio che va oltre tradizionali steccati e orgogli accademici.